domenica 17 maggio ore 19,30

Vite al Centro.

Storie di commesse nell’epoca dei centri commerciali


Regia Nicola Zambelli


Anno e durata 2014 – 76’

Nel mondo del commercio il modello “7 giorni su 7 - 24 ore su 24” si è definitivamente affermato in seguito alla liberalizzazione totale degli orari di apertura dei negozi introdotta con il decreto “Salva Italia”.

I nuovi contratti di lavoro non prevedono piu’ la distinzione tra giorni lavorativi e festivi e, alterando l'equilibrio tra tempo di vita e di lavoro, impongono ritmi sempre più frenetici. 

La maggior parte degli impiegati nella grande distribuzione sono donne con un’età media di 35 anni. Molte di loro sono anche madri che reggono il peso della famiglia e dell‘economia domestica, in un Paese in cui la spesa per il welfare diminuisce anno dopo anno. 

Il documentario VITE AL CENTRO nasce dal bisogno di mostrare la 

trasformazione del mondo familiare partendo da una riflessione sul lavoro femminile nei centri commerciali, presenza costante nelle periferie urbane (di Brescia così come di tutta Italia) e risorsa occupazionale per i giovani in cerca di impiego in un momento di grande crisi. In che modo i progetti di vita ed i sogni

personali sono ostacolati e messi a rischio in un periodo di crisi economica e fragilità sociale? 

Il film è la versione definitiva del progetto “Storie di commesse nell'epoca dei centri commerciali” che ha attraversato l’Italia con 20 proiezioni pubbliche, ed è il risultato di un percorso condiviso e aperto di riflessione, rappresentazione e narrazione collettiva.

SCHEDA DEL DOCUMENTARIO


Titolo Vite al Centro. Storie di commesse nell’epoca dei centri commerciali


Regia Nicola Zambelli


Soggetto e sceneggiatura Nicola Zambelli, Fabio Ferrero, Andrea Paco Mariani


Direttore della fotografia Nicola Zambelli, Fabio Ferrero


Montaggio Nicola Zambelli, Fabio Ferrero


Musica Luca Figliuoli, Malafemmina


Produzione SMK Videofactory


Biografia dell’autore 

Nicola Zambelli - director Lavora come videomaker e consulente in comunicazione visuale per enti, NGO, aziende e teatri. 

Dopo la laurea in Filosofia ermeneutica ha collaborato con la web tv CTV di Brescia, E-polis Quotidiani e, nel corso degli anni, ha realizzato diversi documentari tra Italia e Balcani. Insieme ad Andrea Paco Mariani, nel 2011 realizza “Tomorrow’s land. How we decided to tear down the invisible wall”. Nel 2011 e 2012 è stato webtv editor al Teatro Piccolo di Milano. Sta lavorando ad alcuni progetti documentari su Balcani e sud Europa. 


Fabio Ferrero - codirector Regista ed autore teatrale. Collabora con enti ed aziende, in particolare con la Fondazione per il Libro di Torino e con il Comitato Italia 150. E’ laureato in Filosofia estetica, specializzando in Comunicazione e culture dei media e si è diplomato alla SDAC di Genova dove è stato assistente alla regia di Giuseppe Ferrara e Lorenzo Vignolo. Ha scritto due testi teatrali, andati in scena al teatro della Tosse di Genova e al teatro Eliseo di Roma. Ha curato il progetto sperimetale di redazione televisiva presso il carcere di Saluzzo. Sta lavorando ad alcuni progetti documentari su migrazione e integrazione culturale.