giovedì 28 aprile ore 20,00

Memorie, in viaggio verso Auschwitz

 

di Danilo Monte, 2014, 76'

 

Memorie – In viaggio verso Auschwitz di Danilo Monte (Heroes and Heroines, Ottopunti), documentario vincitore del Premio "Avanti!" allo scorso Torino Film Festival.

 

Il film, intimo e potente, è il racconto di un viaggio compiuto dal regista insieme al fratello Roberto alla ricerca di un ricordo, di un legame, di una parola. Gli ultimi anni della sua vita Roberto li ha passati tra carcere, droga, comunità e libri di storia e il dialogo in famiglia spesso è mancato. Danilo allora, per il trentesimo compleanno del fratello, decide di regalargli un viaggio in treno verso il campo di concentramento di Auschwitz. Una meta che potrebbe sembrare insolita, ma che per Roberto significa molto vista la sua grande passione per la storia dell’Olocausto; un viaggio che è occasione per riscoprirsi e ritrovarsi. Girato tutto in soggettiva dal regista, il treno diventa luogo in cui si parla, si discute, si piange, si litiga, senza vie di mezzo, ma sempre con straordinaria umanità.

Il regista, direttore della fotografia e montatore Danilo Monte descrive il suo fim come "terapeutico e personale": 

Cercando di interpretare il pensiero del mio maestro Alberto Grifi, potrei dire che il film non conta in quanto opera finita, ma solo come processo di relazione umana messo in moto durate la sua realizzazione. In quest’ottica Memorie è un film terapeutico, personale. Scaturisce dal rapporto controverso e sofferto tra me e mio fratello e rappresenta una possibilità che mi sono dato per ritrovare un dialogo che manca da anni. Il linguaggio del film è scarno e minimale, in fase di ripresa ho lavorato istintivamente senza curare troppo le inquadrature, pensando semplicemente a confrontarmi con mio fratello.

Angelo Signorelli di "Lab80" che distribuisce il film nelle sale parla della difficoltà di trovare spazio per film importanti e necessari come quello di Danilo Monte: 

Memorie è un film molto significativo. È capace di mettere insieme sensibilità e storie individuali con il dramma universale e ‘indicibile’ rappresentato dal campo di Auschwitz, meta del viaggio e finale simbolico del racconto. È importante portare alla conoscenza del pubblico film come questi, che spesso e purtroppo non trovano spazio nelle sale. Fedele alla sua filosofia, Lab 80 è molto felice di intraprendere questa nuova avventura.

regia, fotografia e montaggio production, direction, DP and editing

Danilo Monte

produzione/production Laura D’Amore, Danilo Monte

con/with Roberto Monte

e con/and with Danilo Monte, Salvatore Monte, Irma Mucci, Tullio Monte

Jessica Serioli, Gabriel Monte, Lorena Grigoletto, Laura D’Amore, Simona Tilenni

Famiglia Marinello

musica/soundtrackMassimo Arvat

Post-produzione audio/

audio post-production Sergio Longhitano

ringraziamenti/thanks: Lorena Grigoletto, Andrea Zambelli, Andrea Zanoli,

Filmine ,Giulio Pedretti ,Daniele Turi, Patrizia Cipollone

torna a DOC IN TOUR 2016 o alla HOME PAGE