giovedì 23 marzo ore 20,00

 A seafish from Africa - Il mio amico Banda

 

Regia: Giulio Filippo Giunti

 

Durata: 62'

 

 A seafish from Africa - Il mio amico Banda   Regia: Giulio Filippo Giunti   Durata: 62'
A seafish from Africa - Il mio amico Banda Regia: Giulio Filippo Giunti Durata: 62'

In un momento storico in cui l’immigrazione in Europa si fa sempre più massiccia e sembra che l’unica soluzione sia dimenticare gli accordi di Schengen e rinchiudersi ognuno nei propri confini nazionali, ecco una storia che fa riflettere su come culture molto diverse tra loro possano cercare di costruire un dialogo grazie all’esperienza di vita che ogni persona porta con sé. Banda, immigrato ghanese di fede musulmana, arriva in Europa alla ricerca di un’occasione, di una possibilità di sopravvivenza e con l’obiettivo di aiutare la sua famiglia in Africa. In Italia incontra Giulio, che gli offre un lavoro, diventa suo amico e decide di raccontare la sua storia in un film. Nasce così un racconto intimo e profondo che si rivela al ritmo della natura e delle stagioni: antichissime conversazioni tra uomini, tra amici sul senso della vita e della morte, sulla religione e la famiglia, scandite dalla fatica del lavoro quotidiano in campagna. La riscoperta di un mondo vicino e parallelo, che ci fa interrogare ancora una volta sul senso dell’Europa e sulla sua futura identità.

Io vengo dalla città, dove ho sempre vissuto, ma qualche anno fa ho sentito il desiderio di far crescere i miei figli in un posto migliore, più sano: così sono finito a gestire un piccolo e scalcinato maneggio di campagna. Non avevo nessuna idea di come fare: se sono ancora qui, è perché ho incontrato Banda. Banda viene dal Ghana, e la sua tribù fa parte della minoranza musulmana. E’ arrivato come clandestino, e da anni sudiamo, lavoriamo, viviamo insieme. Insieme abbiamo spostato con il trattore la carcassa di un cavallo morto; abbeverato con i secchi venti cavalli mattina e sera, quando d’inverno i tubi ghiacciano; fatto scorta di centinaia di balle di fieno sotto il sole torrido di giugno; sfamato e pulito i cavalli, che mangiano e cagano tutti i santi giorni. Io l’ho aiutato ad avere il permesso di soggiorno, un lavoro regolare e un tetto. Lui mi ha insegnato a vivere nel presente, e a guardare il mondo con i suoi occhi. Siamo diventati amici, e ho sentito il bisogno di raccontarlo. 

Ho iniziato a riprenderlo ogni giorno, per mesi, anni. Lui non si accorge più della telecamera, mi parla come se non ci fosse, e mi fa vedere cose di cui noi italiani non sospettiamo l’esistenza: una moschea in un capannone della zona industriale dietro casa; una festa di matrimonio ‘per soli africani’; la preparazione di un container per l’Africa, pieno di materassi, bottiglie d’acqua, automobili completamente smontate… Un piccolo grande mondo che noi europei non vediamo, proprio accanto a noi; un mondo fatto di tante storie di vita, straordinarie e comuni al tempo stesso, che merita di essere raccontato.

Giulio Filippo Giunti

 

Regia: Giulio Filippo Giunti

Anno di produzione: 2016

Durata: 62'

Tipologia: documentario

Paese: Italia

Produzione: POPCult, Carta Bianca

Distributore: POPCult

Data di uscita: 10/11/2016

Formato di ripresa: HD

Formato di proiezione: HD, colore

Ufficio Stampa: Valeria La Pietra

Titolo originale: A Seafish from Africa - Il mio Amico Banda

 

 

torna a DOC IN TOUR 2017 o alla HOME PAGE