25 maggio ore 19,30:

 

Ma l’amore che c’entra?

e

Fugh int i scarpàin

25 maggio ore 19,30:    Ma l’amore che c’entra?

Ma l’amore c’entra?

 

Regia: Elisabetta Lodoli

 

Durata: 52’

 

Paolo, Luca, Giorgio hanno avuto comportamenti violenti contro la moglie o la compagna, ma della propria violenza si sono spaventati anche perché le donne che l'hanno subita si aspettano da loro un cambiamento. Non sono arrivati a una violenza sanguinosa, di quella di cui si parla in tv, ma le ferite sono state comunque gravi. Tre storie quotidiane eppure sconvol­genti, diverse ma legate da un problema comune, e che per questo si sono incontrate nel luogo in cui i tre hanno cercato aiuto: il centro LDV (Liberiamoci dalla Violenza)­ Azienda USL di Modena.

 

 

Elisabetta Lodoli, master in Regia cinematografica al California Institute of the Arts di Los Angeles in cui si diploma col cortometraggio Off Season (1988) che si segnala ai Festival di Torino (1988) e Rotterdam (1989) e vince il Gabbiano d'Argento al Festival del Cinema Italiano Indipendente di Bellaria (1989). Rientrata in Italia a Roma nel 1996 realizza il primo lungometraggio La Venere di Willendorf. Per RAI 1 dirige Più leggero non basta (1998)con G.Mezzogiorno e S.Accorsi;  le serie tv Lui e Lei (2000) e Stiamo Bene Insieme (2002). Tra i documentari: La pace a due voci sul conflitto israeliano–palestinese; Nisansala, la Tranquilla sul tema immigrazione; Stolica-Chair sulla Bosnia a 20 anni dalla fine della guerra.

25 maggio ore 19,30:  Fugh int i scarpàin

Fugh int i scapàin

 

Regia: Marco Landini e Gianluca Marcon

 

Durata: 29’

 

Una mattina, alla fine degli anni sessanta Antonietta si presenta al Bagno Corrado, infila cento lire nel juke-box scegliendo una mazurca, un valzer e una polka, la moglie del proprietario del bagno scorge questa esile ragazzina ballare da sola, si avvicina, la cinge alla vita e iniziano a ballare freneticamente sulle note arcaiche di Secondo Casadei. Il giorno dopo si ripete la stessa scena, la musica si propaga veloce nell’aria e anche la notizia. Alcune persone, attirate dalla melodia, si fermano a osservare altre partecipano ai balli e così, tutte le mattine d’estate, dalle 06, 30 alle 08,00 e dal 1969, il bagno Corrado si trasforma in una balera.

 

Marco Landini, nato a Bologna nel 1972.“Dove osano le mucche”, il suo primo documentario del 2010, è stato premiato ad alcuni festival. Nel 2013 dirige “Ortobello. Primo concorso di bellezza per orti”, nel 2014 “The human horses”. “Fugh int i scapàin” del 2016 è il suo ultimo documentario.

 

 

Gianluca Marcon, nato ad Alessandria nel 1974. Nel 2011 realizza il suo primo documentario: “E noi ve lo diciamo”, nel 2013  "Ortobello. Primo concorso di bellezza per orti". Nel 2014 scrive "The human horses" e nel 2015 "Magar women". Nel 2017 scrive e cura la regia di "Fugh int i scapàin".