Cinema Le Grazie Bobbio ottobre - novembre TRASH sabato 31, domenica 1: ore 18:30 #Trash

 

TRASH

 

  Scatole, bottiglie, latte. Rifiuti. Abbandonati in strada, nei mercati, sotto i ponti. Ignorati da chiunque. Inerti. Finché non cala la notte…

Slim è una scatola di cartone rovinata. Vive in un mercato, con il suo amico Bubbles – una bottiglia da bibita gassata – e altri compagni. Sopravvive nascondendosi dai Risucchiatori, macchine aspiratutto addette alla pulizia.

Slim è rassegnato, non crede più in nulla, neanche alla leggenda della Piramide Magica, un luogo mitico in cui è possibile per i rifiuti avere una seconda possibilità, rinascere ed essere ancora dei Portatori utili a se stessi e agli altri, fino a quando un imprevisto cambierà il suo destino.

 

Genere: Animazione

 

Regia: Francesco Dafano, Luca Della Grotta

 

Durata: 88 Min.

 

Critica: un film d'animazione sui rifiuti.

«La spazzatura di qualcuno è il tesoro di qualcun altro» è il mantra dei protagonisti di Trash - La leggenda della piramide magica, ossia Slim, Bubbles & compagni di scarto, bottiglie di plastica e vetro, vasetti rotti e scatole di cartone usate. E forse è stato anche l'ironico motto dei due registi, Luca della Grotta (effettista di Lo chiamavano Jeeg Robot) e Francesco Dafano (In bici senza sella).

Trash ribalta le parti e affronta uno dei temi caldi dell’attualità legati all’ambiente, il riciclo dei rifiuti e come con le nostre azioni concrete possiamo fare la differenza. E se fossero i rifiuti stessi a desiderare una seconda vita? Nasce così un adventure movie per i più piccoli che unisce divertimento e mission educativa, protagonisti un gruppo rocambolesco di “rifiuti”, oggetti ormai dismessi alla ricerca di un nuovo scopo che dia un senso alla loro vita.

LO SAPEVI CHE…

 

• Il Ruanda è stato il primo paese a vietare i sacchetti di plastica.

• Ogni anno 570 mila tonnellate di plastica finiscono nelle acque del Mediterraneo

• Dal riciclo di barattoli, scatolette, secchielli e latte in acciaio puoi ottenere telai per biciclette, binari ferroviari, automobile e chiavi inglesi.

• I filtri di sigaretta non sono biodegradabili e permangono nell’ambiente per almeno 5 anni.

• Il Cellophane in realtà è cellulosa, ed è biodegradabile dopo circa 90 giorni a contatto con il terreno.

• L'alluminio e l'acciaio sono metalli riciclabili al 100%

• 1 grammo di mercurio, quanto contenuto in una pila a botton, è sufficiente ad uccidere una persona e a contaminare un milione di metri cubi d’acqua.

• Le microplastiche, raggiungono nel Mediterraneo concentrazioni record quasi 4 volte superiori a quelle registrate nell’ “isola di plastica” del Pacifico settentrionale.

• Quasi la metà di tutta la plastica dispersa in natura è stata prodotta dopo l’anno 2000

• Si stima che la “Pacific Trash Vortex” sia un’isola di spazzatura galleggiante che si estende da un minimo di 700.000 km² a oltre 10 milioni di km²

 

Scatole, bottiglie, latte. Rifiuti. Abbandonati in strada, nei mercati, sotto i ponti. Ignorati da chiunque. Inerti. Finché non cala la notte... Slim è una scatola di cartone rovinata. Vive in un mercato, con il suo amico Bubbles – una bottiglia da bibita gassata – e altri compagni. Sopravvive nascondendosi dai “risucchiatori”, macchine aspiratutto addette alla pulizia. Rassegnato al suo destino, non crede più in nulla, neanche alla leggenda della “piramide magica”: un luogo mitico in cui è possibile per i rifiuti avere una seconda possibilità, rinascere, essere ancora “portatori”, utili a se stessi e agli altri. La sua vita non è sempre stata così. Una volta era una bella scatola, era un “portatore”. La massima aspirazione per ogni contenitore è proprio quella di contenere qualcosa. Il suo destino cambia quando una notte un imprevisto irrompe nella sua routine sotto forma di una piccola scatola, Spark. Spark si è perduto ed è diverso da tutti gli altri. Lui è un portatore, anche se ancora non lo sa. Smarrito per caso, coinvolge Slim e Bubbles in un’avventura che li porterà a cercare il luogo a cui è destinato, un negozio di giocattoli. Il loro viaggio li condurrà attraverso campi desolati, vicoli festosi, fogne oscure e fiumi perigliosi. Ma qualcun altro sta cercando Spark. Una vecchia e potentissima tower, un personal computer in disuso, Kudo, signore della discarica. Kudo vuole distruggere Spark per impossessarsi di ciò che il piccolo contiene, un robot giocattolo alimentato a energia solare di cui il computer ha bisogno per continuare ad esistere. La “gang” di Kudo bracca il gruppetto in un susseguirsi di fughe e combattimenti rocamboleschi fino a catturare Spark e portarlo alla discarica. È lì che Slim cercherà di salvare il suo piccolo amico, compiendo una scelta che darà un nuovo senso alla sua vita. Dopo un epico scontro con l’inarrestabile nemico, Slim e i suoi compagni riescono a trovare il negozio di giocattoli e... la piramide magica, emblema della rinascita di tutti i contenitori vuoti, leggeri, puliti. Ed è ai piedi di essa che il destino di tutti i contenitori si compirà, concedendo una seconda occasione ai nostri piccoli amici: un’altra vita.

Il racconto non è mai retorico o didascalico. Tutto viene suggerito, in maniera chiara, ma mai reso stucchevolmente palese. La personalità dei nostri piccoli eroi è complessa, così come la loro evoluzione. Gesti e azioni semplici racchiudono scelte sofferte, che coinvolgono tutti noi. Sono proprio questi piccoli esseri, con le loro avventure e disavventure a chiarirci qual è la scelta migliore da fare. Per loro stessi e per noi.   TORNA ALLA HOME PAGE