DIARIO DI UNA SCHIAPPA 

portatemi a casa!

 

Con l'inizio delle vacanze estive e il compleanno della bisnonna Meemaw in vista, la mamma di Greg, Susan (Alicia Silverstone) pianifica una vacanza on the road per tutta la famiglia. In Diario di una schiappa: portatemi a casa! Greg (Jason Drucker) è preoccupato di dividere il sedile posteriore con il dispettoso Rodrick (Charlie Wright), consapevole che dietro quel ghigno vago da adolescente svampito, il fratello nasconde nuovi metodi per dargli il tormento. Né è entusiasta al pensiero di badare al piccolo Manny (Wyatt and Dylan Walters), mentre sua madre con la complicità di suo padre Frank (Tom Everett Scott) inonda l'abitacolo di vecchi successi pop. Dopotutto è il destino delle schiappe, attirare guai e cattiva sorte ovunque si vada, che sia alla festa di Nonna Bis o a una convention poco distante dedicata ai videogiochi. Riprogrammare il navigatore non serve a evitare motel fatiscenti, vicini di stanza arrabbiati, gabbiani invadenti, guasti, intoppi e scivoloni. Ma le schiappe sanno incassare con stile, per poi correre a riportare tutto sul loro personalissimo e divertentissimo diario.

 

GENERE: Commedia, Family

 

REGIA: David Bowers

 

ATTORI: Alicia Silverstone, Jason Drucker, Charlie Wright, Tom Everett Scott, Owen Asztalos

 

DURATA: 91 Min.

 

CRITICA: una regia veloce e leggera per una commedia efficace.

La mamma di Greg ha deciso che la famiglia Hefley farà un viaggio di famiglia per recarsi al novantesimo compleanno della bisnonna, e ci sono regole da rispettare: la prima è quella di spegnere tutti i dispositivi elettronici cui i suoi figli (e suo marito) sono completamente assuefatti. La road trip sarà un susseguirsi di disastri epocali, dal confronto con la famiglia Barbù che ce l'ha a morte con Greg per un incidente avvenuto in un motel, alla malaugurata partecipazione ad una festa di paese, all'incontro con il mitico MacDigby, insopportabile fenomeno del web. Anche Greg è a suo modo diventato un fenomeno del web, ma a renderlo famoso è stata la battaglia contro un pannolino sporco in cui gli è rimasta intrappolata una mano: di qui il soprannome Manolino, del quale il bambino cerca disperatamente di liberarsi.

Per la quarta volta le disavventure di Greg e della sua scombinata famiglia tornano sul grande schermo, con un cast del tutto nuovo che comprende Alicia Silverstone e Tom Everett Scott nei panni dei genitori.

Tratto dal nono libro della serie, Diario di una schiappa - Portatemi a casa! è un'apoteosi minima che mette in scena con grande senso della realtà (pur nell'iperbole comica) il problema al centro della saga letteraria e cinematografica del piccolo Greg: il fatto che gli adulti non capiscano che cosa significhi essere un ragazzo nel Ventesimo secolo. In questo episodio è infatti maggiormente evidenziato il gap generazionale fra due genitori che conoscono a memoria le canzoni delle Spice Girls e credono ancora che leggere sia più importante che spippolare sul cellulare e due figli (il terzo è ancora un infante) che senza gadget elettronici non sopravvivrebbero, e ammirano youtuber che il web ha elevato a superstar.

Se il ritratto di Greg è perfettamente aggiornato ai tempi moderni ma ha le sue radici in tutta la letteratura e il cinema che racconta l'infanzia come un periodo di incomprensione da parte del resto del mondo, è il fratello maggiore Rodrick, adolescente dark con la passione per la musica heavy metal e la coscienza sociale di un criceto, il vero antieroe di questa storia, grazie all'interpretazione irresistibile di Charlie Wright e alla sua fisicità comica naturale (e pazienza se, dato il suo aspetto da nativo americano, è impossibile credere che sia figlio di due genitori wasp). TORNA ALLA HOME PAGE