MAMMA MIA! CI RISIAMO giovedì 20, venerdì 21: ore 21,15 sabato 22, domenica 23: ore 18,30 – 21,15 #MammaMiaCiRisiamo

 

MAMMA MIA!

ci risiamo

 

Preparatevi di nuovo a cantare e ballare, ridere ed amare!

Dieci anni dopo Mamma Mia! il film che ha incassato oltre 600 milioni di dollari in tutto il mondo, siete invitati a tornare nella magica isola greca di Kalokairi in un nuovo ed originale musical basato sulle canzoni degli ABBA. Il film segna il ritorno del cast originale affiancato da nuovi membri tra cui Lily James (L’Ora Più Buia; Cenerentola; Baby Driver – Il genio della fuga).

 

GENERE: Musicale, Commedia

 

REGIA: Ol Parker

 

ATTORI: Meryl Streep, Pierce Brosnan, Colin Firth, Stellan Skarsgård, Julie Walters, Dominic Cooper, Amanda Seyfried, Christine Baranski, Lily James, Cher, Jeremy Irvine, Andy Garcia, Josh Dylan, Hugh Skinner, Alexa Davies, Jessica Keenan Wynn

 

DURATA: 114 Min

 

CRITICA: Nel 1979, le energiche, coraggiose e giovani Donna Sheridan, Tanya e Rosie - alias Donna e le Dynamos - si laureano all'Università di Oxford e Donna si avventura allegramente in giro per l'Europa per realizzare il suo destino nell'isola greca di Kalokairi.

Nel corso del viaggio conosce tre giovani uomini attraenti: il giovane Harry, che è stato spedito a Parigi per ripassare i "modi europei", e il giovane Bill che si offre di portare Donna sull'isola con la sua barca a vela; una volta arrivata, Donna conosce il giovane Sam, che sembra tanto eroico quando bello, e se ne innamora immediatamente e perdutamente.

La felicità di Donna è palpabile e contagiosa. La sua mente progetta di fare di quest'isola magica la sua nuova casa, trova lavoro come cantante nella taverna locale e dimora in una malandata fattoria. Quando però scopre che Sam è fidanzato con un’altra donna, il cuore di Donna è infranto. Tanya e Rosie si piombano a salvare la loro amica per scoprire che non ha bisogno di alcun aiuto. Donna le saluta con un ritrovato ottimismo dato dal fatto che aspetta un bambino.

A Kalokairi nel presente, Sophie Sheridan (Amanda Seyfried) con il supporto di Sam (Pierce Brosnan), il suo patrigno e uno dei tre suoi possibili padri, si è dedicata alla realizzazione del sogno di Donna (Meryl Streep) di ristrutturare la taverna. Sophie sogna di trasformarla nel magnifico Hotel Bella Donna in suo onore.

Le migliori amiche di Donna, Tanya (Christine Baranski) e Rosie (Julie Walters), arrivano sull'isola per la sfarzosa inaugurazione dell'hotel ma il manager dell'albergo, il Señor Cienfuegos (Andy Garcia), le mette in guardia perché sta arrivando una terribile tempesta... Per essere all'altezza di mamma Donna (Meryl Streep), l'ormai adulta Sophie (Amanda Seyfried) sta rimordernando l'hotel di famiglia, in previsione di una grande inaugurazione. Mentre Sophie fa il bilancio della sua vita e del suo rapporto con Sky, vecchi e nuovi volti approdano sull'isola, e nel frattempo indaghiamo sui famigerati tre incontri di una giovane Donna (Lily James) con gli aitanti Sam, Harry e Bill, nel fiore dei loro anni. Quali sono le radici di Sophie?

Il colossale successo del primo Mamma mia!, diretto da Phyllida Lloyd basandosi sul musical di Catherine Johnson, si concretizzò in 610 milioni di dollari nel mondo a fronte di una spesa di 52. Questo per tacere del risultato che ebbe nel rilanciare gli ABBA nell'immaginario anche di chi non li respirava già in cuffia un'ora sì e un'ora no. Dopo dieci anni e alla vigilia di un nuovo tour con gli avatar digitali del quartetto, ci troviamo di fronte al sequel Mamma mia! Ci risiamo, che questa volta non ha radici in nessuna versione teatrale, pur presentando lo zampino della Johnson in sede di soggetto, al quale ha prestato la penna anche l'esimio Richard Curtis. Responsabile comunque di sceneggiatura e regia è qui Ol Parker, di cui avevamo cautamente apprezzato la bonomia nei suoi due Marigold Hotel.

Mamma Mia! Ci risiamo presenta l'indubbio vantaggio, per i non troppo edotti in campo musicale, di dover scavare più a fondo nella discografia degli ABBA, andando oltre le hit proverbiali, che a scanso di equivoci sono riproposte, nel probabile timore di una rivolta dei fan. Si fanno apprezzare molto le esecuzioni e le movimentate coreografie di Waterloo e When I Kissed the Teacher: in tempi di correttezza politica estrema a Hollywood, quest'ultima in particolare suona molto più provocatoria ora di quanto non fosse nel 1976. Soprattutto questi due brani, come altri, offrono una prospettiva più fresca e dinamica, perché sono concentrati nei flashback con Lily James, nuova arrivata nel cast che anticipa con convincente allegria, sensualità e dinamismo quello che la Streep comunica in chiave nostalgica. Diverte riconoscere i lineamenti degli attempati tre papà nei tre giovani attori chiamati a interpretarli nel passato, Jeremy Irvine (Sam), Josh Dylan (Bill) e il simpatico tonto Harry (Hugh Skinner). Insomma, per una sua buona sezione Mamma mia! Ci risiamo aumenta la percentuale di giovane età nel film, cosa piuttosto necessaria se calcolate che sono passati dieci anni per il resto del cast attempato, che ora è ovviamente ancora più attempato, ma forse proprio per questo può suscitare la tenerezza di quelli che si spazientirono di fronte ai loro exploit nel primo Mamma mia!.  TORNA ALLA HOME PAGE