PETS 2 VITA DA ANIMALI giovedì 13, venerdì 14, lunedì 17, martedì 18, mercoledì 19: ore 21:15 sabato 15, domenica 16: ore 18:30 – 21:15 sabato 22: ore 18:30 #Pets2VitaDaAnimali

 

PETS 2

VITA DA ANIMALI 

Pets 2 – Vita da animali, il decimo film d’animazione della Illumination, è l’attesissimo sequel della commedia campione d’incassi del 2016 che ha avuto il miglior debutto di sempre per un film originale, d’animazione e non.

Ricco della irriverenza e dell’umorismo sovversivo tipico della Illumination, questo nuovo capitolo esplora le vite e le emozioni dei nostri animali domestici, il profondo legame che hanno con le famiglie che li amano, e risponde alla domanda che incuriosisce da sempre chi ha un animale domestico: cosa fanno veramente i loro cuccioli quando rimangono soli in casa?

Max il Terrier si trova di fronte ad importanti cambiamenti di vita. La sua padrona ora è sposata e ha un bambino, Liam. Max è talmente preoccupato di proteggere il piccolo che sviluppa un tic nervoso.

Nel frattempo, mentre il suo padrone è assente, l’impavida Pomerania Gidget cerca di portare in salvo il giochino preferito di Max da un appartamento pieno di gatti, con l’aiuto dalla sua amica felina Chloe, che ha scoperto le gioie dell’erba gatta.

E l’adorabile quanto folle coniglio Nevosetto ha dei deliri di onnipotenza pensando di essere un vero supereroe da quando la sua proprietaria Molly inizia a vestirlo con un costume da supereroe. Ma quando Daisy, un’intrepida Shih Tzu, chiede l’aiuto di Nevosetto per una missione pericolosa, dovrà raccogliere il coraggio di diventare l’eroe che ha solo fatto finta di essere.

Riusciranno Max, Nervosetto, Gidget e il resto della banda a trovare il coraggio per affrontare le loro più grandi paure?

 

GENERE: Animazione, Avventura, Commedia

 

REGIA: Chris Renaud

 

ATTORI: Alessandro Cattelan, Laura Chiatti, Francesco Mandelli, Patton Oswalt, Eric Stonestreet, Lillo, Kevin Hart, Lake Bell, Dana Carvey, Albert Brooks, Hannibal Buress, Nick Kroll, Pete Holmes, Bobby Moynihan

 

DURATA: 92 Min

 

CRITICA: Max e i suoi amici si spostano in campagna.

Decimo film prodotto dalla Illumination Entertainment - la mamma dei Minions - e sequel di Pets - Vita da animali, in Pets 2 ritroviamo Max, reduce dal matrimonio e dalla maternità della padroncina Katie, alle prese con un viaggio in campagna insieme ai suoi amici. Tra loro una new entry, il burbero Rooster, un cane da pastore con la voce e il carattere di Harrison Ford, che a 76 anni si regala il primo cartoon della carriera. Come nel primo film, anche in Pets 2 il divertimento nasce da un piacere "proibito": scoprire cosa fanno gli animali domestici in nostra assenza. Tutti i protagonisti di Pets 2, per quanto bizzarri possano sembrare, appartengono a una precisa razza animale. Per quanto riguarda i cani, Max è un Jack Russell terrier, specie creata nel 1800 per la caccia alla volpe e prestata al cinema in numerose occasioni - The Mask e The Mask 2, Allarme Rosso e soprattutto The Artist. Duke è un terranova, razza canadese, amante dell'acqua e molto fedele all'uomo, mentre Mel è un carlino, antica razza originaria della Cina molto popolare ai tempi dell'impero mongolo. Buddy è un bassotto, una tipologia canina da sempre associata alla Germania e allevata per la caccia al tasso, da non confondere con la razza di Pops, il basset hound, un segugio nano francese utilizzato ugualmente per la caccia di animali da tana. E se Gidget rappresenta perfettamente la docile razza pomerania, tra le più popolari negli Stati Uniti, Rooster è l'alfiere dei cani da pastore: taglia media e morfologia lupoide, è un battitore libero da sempre a fianco di pastori e allevatori. Sul fronte felino, Chloe è un soriano sovrappeso mentre Ozone è uno sphinx, affascinante varietà glabra scoperta nel Nuovo Messico a fine Ottocento. Completano il gruppo il pappagallo Sweet Pea, la cavia Norman e la poiana Tiberius.

Ma cosa fanno davvero gli animali quando noi non ci siamo? Cani e gatti, secondo la scienza, si comporterebbero in maniera molto diversa. Un'indagine dell'Università di Bristol ha svelato che la maggior parte dei cani vive la separazione dai proprietari come un trauma, anche se si tratta di un allontanamento momentaneo. I primi minuti di separazione sono i più stressanti, e la frustrazione viene espressa con ululati e lamenti che possono protrarsi fino a trenta minuti - tempo oltre il quale l'umore del cane tende a stabilizzarsi. Diverso il discorso per gli animali più ansiosi, o con disturbi del carattere, che possono lamentarsi per ore, arrivando persino a somatizzare la sofferenza. Quanto ai gatti, studiati da una ricerca della Royal Veterinary di Bristol, il loro rapporto con la solitudine sarebbe decisamente migliore. Il 21% del loro tempo, secondo l'indagine, sarebbe impiegato osservando l'ambiente (per esempio ciò che accade fuori da una finestra), l'11% intrattenendosi con altri animali, il 5% trafficando con oggetti e giocattoli e solo il 6% dormendo. I gatti sarebbero inoltre tra gli animali più attaccati al proprio territorio: se decidono di andare in esplorazione, non si allontano - salvo i previsti - a più di 50 metri dalla propria abitazione.

Gli italiani amano gli animali domestici e ai primi posti tra le specie più desiderate, a sorpresa, ci sarebbero pesci e uccellini. Lo dice un recente censimento effettuato da Assalco-Zoomark, che conta oltre 60 milioni di pets in tutto il paese. Trenta milioni sarebbero i pesci negli acquari italiani, mentre 13 milioni gli uccellini allevati in gabbie e voliere. Gatti leggermente in vantaggio sui cani, 7.5 milioni contro 7, mentre i piccoli mammiferi - dai conigli ai cincillà - sarebbero quasi due milioni. Non mancano i rettili, dai serpenti alle tartarughe, con 1.3 milioni di esemplari distribuiti in giardini e appartamenti. Ad amare i pets sarebbero, secondo la ricerca, più le famiglie che i single, meno disposti a fare spazio, nelle loro vite, a un piccolo compagno a quattro zampe. TORNA ALLA HOME PAGE